Pubblicato il Pubblicato in Passeggiate (facili), Svizzera

LAC DE MOIRY

Il bello dell’artificiale.

Nel linguaggio comune la parola artificiale ha spesso un’accezione negativa, è considerata come sinonimo di falso o artefatto. Ma qui, nella valle d’Anniviers, abbiamo rivalutato all’istante il significato della parola perché il Lac de Moiry, creatosi con la costruzione della diga, ha contribuito a rendere più magico un paesaggio già di per sé incantevole.

Il colore turchese dell’acqua, il rosa acceso dei fiori sulla riva, il verde della montagna che gradualmente lascia il posto al grigio delle pietre, e infine il bianco accecante del ghiacciaio che si staglia nell’azzurro intenso del cielo… Mille sfumature di colori che riempiono gli occhi. Un invito a continuare l’esplorazione della valle [Cabane de Moiry], a perdersi nella natura.

Una passeggiata di pochi chilometri per fuggire dallo stress e rilassarsi con la vista di un lago artificiale sì, ma pur sempre da fiaba.

 

 

IINFORMAZIONI TECNICHE

ZONA: Vallese, Val d’Anniviers

LINK MAPPA: OpenStreetMap  / OpenStreetMap lac du Glacier

PARTENZA: Diga Lac de Moiry

ARRIVO: Lac de Glacier

Altitudine partenza: 2249m

Altitudine ARRIVO: 2349m

Altitudine MASSIMA: 2349m

DISLIVELLO IN SALITA: 100 metri

LUNGHEZZA PERCORSO (andata e ritorno): circa 10 km

TEMPI DI PERCORRENZA: Ore 2 ½

CARTOGRAFIA DI RIFERIMENTO: Kompass 115 val d’Anniviers val d’Herens.

CIME PRINCIPALI:
Grand Cornier, 3962m
Pigne de la Lé, 3396m
Pointe de Bricola, 3658m
Pointes de Mourti, 3564m

PUNTI DI RISTORO: Ristorante lac de Moiry

ABBIGLIAMENTO CONSIGLIATO: Per questo percorso è sufficiente anche un buon paio di scarpe da ginnastica.

PERIODO RACCOMANDATO: Da inizio luglio a fine settembre

PROFONDITÀ MASSIMA LAGO: 148 m

SUPERFICIE LAGO: 1.4 km2

 

Link galleria immagini

Descrizione percorso 

Benvenuti in uno dei più splendidi laghi alpini artificiali.

Questa facile camminata costeggia il lac de Moiry dalle acque di un intenso turchese, dovuto alla presenza di sedimenti di serpentino, un gruppo di minerali di colore verde responsabili anche del torbidume del lago (non si vede a più di 50 cm di profondità).

Il lac de Moiry è uno dei paesaggi d’alta montagna più incantevoli da vedere. La vista può vagare dall’incredibile colore delle acque del lago, alle numerose fioriture dei pascoli e alle magiche cime che contornano la valle, per poi focalizzarsi sul suggestivo ghiacciaio che scende verso il fondovalle.

Iniziamo dunque!

Parcheggiamo al bar-ristorante lac de Moiry, presso lo sbarramento, attraversiamo a piedi la sommità della diga, e cominciamo a costeggiare il lago, abbellito dalla rosea fioritura estiva degli Epilobi: impossibile non rimanere colpiti dal panorama che man mano si apre sul ghiacciaio de Moiry e sulle cime sovrastanti.

Il sentiero da seguire è semplice, basta mantenere la traccia che resta più vicina al lago; finito il lungolago troviamo l’affluente che porta a valle l’acqua appena sciolta dai numerosi ghiacci più in alto. L’acqua diventa così protagonista del tragitto: abbandoniamo quella rilassante e tranquilla del lago per costeggiare la sorella più vivace e impetuosa del torrente che scende.

Passiamo quindi sull’altra riva del ruscello tramite un ponte in legno e continuiamo dritti anziché seguire la deviazione di sinistra che, altrimenti, ci ricongiungerebbe subito alla strada asfaltata. Proseguiamo tenendo la destra dove, comunque, il sentiero porta a fare gli ultimi passi sulla strada arrivando così al piazzale di parcheggio per le auto.

Siamo giunti a destinazione: ecco il lac de Glacier, meno entusiasmante e dal colore più spento se confrontato con quello appena lasciato alle spalle, ma che ci dona un’ulteriore visuale sulla lingua glaciale.

Da qui è già ben visibile il tetto della cabane de Moiry, appollaiata su un colle davanti alla seraccata di ghiaccio; i più allenati potranno unire questa passeggiata all’escursione che arriva fino al rifugio.

Volendo è possibile tornare all’auto costeggiando l’altra sponda del lago seguendo la strada, ma noi preferiamo percorrere a ritroso il tranquillo sentiero, liberi dalle macchine di passaggio che, data la grandiosità del posto, sono innumerevoli.

Scendiamo la valle sicuri di una cosa: queste belle montagne ci vedranno tornare ancora!

 

Curiosità

Per chi fosse interessato, informandosi preventivamente in uno degli uffici turistici della valle, è possibile effettuare una visita guidata della diga.

Proponiamo qui una breve lista delle principali fioriture che abbiamo trovato sui pascoli che circondano il lago: Epilobi, Aconitum Napellus, Campanula Excisa, Carlina Aucalis, Daphne Mezereum, Epilobium Angustifolium, Epilobium Fleischeri, Euphorbia Cyparissias, Gentiana Purpurea, Gentianella Campestris, Gymnadenia Conopsea, Parnassia Palustris, Potentilla Aurea, Rhododendron Ferrugineum, Saxifraga Aizoides, Scabiosa Lucida ed altri ancora.

LAC DE MOIRY ultima modifica: 2016-02-21T19:50:05+00:00 da Amos e Elison

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *