Pubblicato il Pubblicato in Cultura di montagna, Editoriali

CLASSIFICAZIONE DELLA DIFFICOLTÀ DEI PERCORSI

La classificazione dei percorsi che abbiamo adottato nel blog (passeggiate, camminate, escursioni) è correlata all’impegno fisico che ciascun percorso richiede, in particolare dislivello in salita e lunghezza.

Esse non hanno alcuna attinenza con la difficoltà tecnica, in quanto tutte le escursioni presentate sono relativamente semplici, e nessuna va oltre la classificazione CAI EE, ovvero quella per escursionisti esperti.

Di seguito riportiamo le caratteristiche di ciascuna distinzione:

Passeggiate

Sono percorsi molto semplici che richiedono solo un modesto allenamento fisico.

Di solito non superano i 200 m di dislivello in salita ed hanno uno sviluppo inferiore ai 10 km, sono perciò adatte anche a famiglie e ragazzini.

Camminate

Sono percorsi che richiedono un certo allenamento, abbigliamento da montagna e un buon paio di calzature. Devono essere affrontate con zaino provvisto abbondantemente di acqua e con cassetta di pronto soccorso, da usare in caso di emergenza.

Di solito prevedono un dislivello in salita compreso tra i 200 e i 600 m, con una lunghezza non superiore ai 15 km.

Escursioni

Questa classificazione identifica i tragitti da affrontare solo se si si è in ottime condizioni fisiche e si possiede un buon allenamento oltre che buona volontà. Per questi percorsi viene raccomandato un abbigliamento tecnico e attrezzature adeguate quali scarponi e bastoni telescopici. È inoltre necessario munirsi di provviste con un’abbondante scorta d’acqua.

Le escursioni coprono un dislivello in salita superiore ai 600 m e la loro lunghezza può arrivare fino ai 25 km.

Una sottocategoria di quest’ultima classificazione sono le escursioni impegnative, le quali si svolgono su tragitti che oltrepassano i 1400 m di dislivello in salita e pertanto richiedono non solo un ottimo allenamento ma anche un’abitudine alla montagna, in modo da non soffrire la differenza di quota.

Esse vengono inserite all’interno della precedente distinzione, salvo però la specifica dicitura riscontrabile nelle informazioni tecniche di ogni singolo articolo interessato.

 

 

CLASSIFICAZIONE DELLA DIFFICOLTÀ DEI PERCORSI ultima modifica: 2016-02-13T21:56:15+00:00 da Amos e Elison

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *